Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / CULTURA - L'11 e 12 novembre a Villa Argentina un convegno sui Chini e le vetrate Liberty e Art Déco

CULTURA - L'11 e 12 novembre a Villa Argentina un convegno sui Chini e le vetrate Liberty e Art Déco

Copertina del depliant dell'evento
Martedì, 8 Novembre, 2022
Tipologia: 
Comunicato stampa

Villa Argentina, gioiello del Liberty in una Versilia ricca di questo stile, ospita l’11 e 12 novembre il convegno ‘I Chini e l’arte della vetrata in Italia, dal Liberty all’Art Dèco’, organizzato dal Centro di Documentazione sull’architettura contemporanea in Toscana (Cedacot) e dalla Provincia, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Si tratta del primo convegno ad avere come tema centrale il contributo di Galileo e di Tito Chini all’arte della vetrata nell’arco di tempo compreso tra il Liberty e l’Art Déco e a delineare un bilancio della produzione italiana di quell’epoca, che ha registrato l’apporto di importanti architetti e artisti toscani, quali, tra gli altri, Ezio Giovannozzi, Libero Andreotti e Adolfo Coppedè, così come provenienti da altre regioni italiane (Giovanni Buffa, Duilio Cambellotti, Vittorio Grassi, tra i tanti).

Il convegno si apre l’11, alle 9, con i saluti istituzionali del presidente della Provincia, Luca Menesini e di Claudia Massi del Comitato direttivo del Cedacot. A seguire prendono il via gli interventi: apre la serie di relazioni Ezio Godoli che parla de ‘La fortuna dell’arte della vetrata tra Art Nouveau e Art Déco: la parte degli architetti’. A seguire: Vieri Chini (I Chini: una famiglia di artisti); Silvia Ciappi (Galileo Chini: le vetrate dal Liberty al recupero di temi medievali e rinascimentali, alla modernità Déco); Sibilla Panerai (Galileo Chini e l’arte vetraria, un percorso attraverso le commissioni e le esposizioni internazionali); Manuel Barrese (La vetrata artistica a Roma prima del 1912 e la partecipazione di Galileo Chini al concorso per le vetrate della basilica di San Paolo fuori le mura); Benedetta Zanieri (Galileo Chini: la decorazione per il Palazzo delle Poste, Telegrafi e Telefoni di Firenze). 

Il pomeriggio della prima giornata di lavori si apre alle 15, con la moderazione di Annamaria Giusti e, come primo intervento, vede Maurizia Bonatti Bacchini e Laura Speranza parlare de ‘Le Fornaci San Lorenzo e la produzione vitrea per le Terme Berzieri di Salsomaggiore’. Seguono gli interventi di Matteo Fochessati (Neorinascimento all’orientale. Le vetrate di Galileo Chini per il palazzo della Municipalità a Tien Tsin); Valerio Terraroli (Le vetrate di Pietro Chiesa per il Vittoriale); Fiorella Mattio (Vetrate in Lombardia: la Ditta Beltrami & C., fra tradizione e innovazione); Lucia Mannini (Tra le carte e i vetri: materiali, tecniche e artisti che hanno fatto la fortuna delle vetrate Quentin);  chiude Diana Barillari sul tema ‘Vetrate di confine nella Mitteleuropa ore 18.20 Emanuele Barletti Cassa di Risparmio di Firenze: un episodio della Manifattura Chini tra Galileo e Tito’.

La seconda giornata di lavori del convegno viene moderata da Antonella Serafini e si apre con Eliana Mauro che parla de ‘La vetrata artistica nel Modernismo siciliano fra storicismo e vitalismo’. Seguono gli interventi di Ettore Sessa (Classicità e modernità relazionale nella vetrata artistica siciliana degli “anni ruggenti”); Vieri Giorgetti (La Grande Guerra: la vetrata nella Cappella della Madre Italiana nella Basilica di Santa Croce a Firenze); Daniele Galleni (L’atelier Coppedè e la vetrata artistica); Gilda Cefariello (Il gusto moderno nelle vetrate di Galileo e Tito Chini). La mattinata e il convegno si concluderanno con un dibattito e le conclusioni.

Il convegno si svolgerà seguendo la vigente normativa anti-covid e, quindi, per assistere ai lavori, in considerazione del numero limitato dei posti disponibili, è necessario effettuare la prenotazione inviando una mail all’indirizzo: info@villaargentinaviareggio.it.

Il convegno potrà essere seguito in streaming sulle pagine Facebook del CeDACoT e di Villa Argentina.

ultima modifica: 08/11/2022 - 10:16