Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / EDILIZIA SCOLASTICA - approvato il progetto definitivo per la ristrutturazione dello 'Stagi-Don Lazzeri' di Pietrasanta

EDILIZIA SCOLASTICA - approvato il progetto definitivo per la ristrutturazione dello 'Stagi-Don Lazzeri' di Pietrasanta

Rendering del progetto per lo 'Stagi-Don Lazzeri'
Lunedì, 19 Dicembre, 2022
Tipologia: 
Comunicato stampa

E’ arrivato il via libera anche al progetto definitivo per la realizzazione del nuovo plesso scolastico dell’Istituto tecnico liceale-Liceo artistico ‘Stagi’ e Istituto tecnico ‘Don Lazzeri’ di Pietrasanta, che prevede la sostituzione dell’edificio esistente e la realizzazione di una nuova sede unica.

«E’ un progetto molto importante – commenta il presidente della Provincia, Luca Menesini – poiché ci permette di intervenire su più fronti: dare a studenti, studentesse e a tutti coloro che vi lavorano, una scuola sempre più all’avanguardia sia dal punto di vista strutturale e architettonico, sia da quello ambientale e della sicurezza e, al tempo stesso di creare dinamiche di trasformazione urbana e, quindi, incidere su un’intera comunità. Prosegue, quindi, il lavoro della Provincia per rendere sempre più sicure e attrattive le scuole di sua pertinenza. Nel caso di questo intervento che ha un costo di quasi 20 milioni di euro, l’intento è stato quello di progettare un edificio dotato di tutti i comfort per chi lo deve vivere, ma anche che rispetti la realtà circostante e la valorizzi in una chiave contemporanea, ovviamente rispettando tutte le normative vigenti».

L’intervento pensato per questo plesso scolastico consiste nella demolizione dell’attuale edificio scolastico e la ricostruzione sulla stessa area del nuovo edificio, che comprende aule e laboratori, spazi espositivi e servizi annessi, con dimensioni tali da poter accogliere 600 studenti e studentesse.

Il progetto è stato pensato affinché i cantieri vengano aperti per fasi, in modo tale da non compromettere la continuità dell’attività didattica laboratoriale.

Obiettivo complessivo del nuovo edificio è quello di sviluppare proposte progettuali in grado di creare connessioni funzionali, morfologiche e ambientali capaci di aprire l’area scolastica alla comunità, delineando un edificio che sia rappresentativo, funzionale e riconoscibile.

Il nuovo edificio si articolerà in due porzioni. Il piano terra è costituito da un unico basamento, dotato di ampie finestre, che funziona come elemento di connessione tra le porzioni di edificio mantenute (e, cioè, la palestra e il blocco amministrativo) e che è stato pensato anche come spazio espositivo, che si avvale dell’illuminazione proveniente dall’alto per mezzo di lucernari. 

Nella parte a nord trovano spazio i laboratori ‘pesanti’, cioè che necessitano di essere raggiunti da mezzi, sfruttando l’ingresso carrabile esistente, mentre a sud si aprono ulteriori spazi laboratoriali e gli ambienti dedicati alle serre e coltivazioni che saranno in diretto contatto con l’area verde.

Due nuovi bracci chiudono un quadrilatero andando a connettere la nuova scuola al blocco amministrativo, e ospiteranno la biblioteca e l’aula magna, mentre nel blocco amministrativo sarà ricollocata la gipsoteca.

In questo modo si viene a delineare una corte, sulla quale si affacciano gli ambienti aperti al pubblico e all’utenza esterna e che sono utilizzabili anche come ulteriore spazio espositivo.

Obiettivo specifico del progetto è stato quello di creare un’organizzazione planimetrica che risulti aderente sia alle esigenze della scuola contemporanea che alle specificità del luogo.

Nel dettaglio, quindi, al piano terra sono previsti 16 locali che saranno adibiti ad aule per attività speciali, quali laboratorio di microfusione/design; laboratorio di tipografia e costruzioni; laboratorio di pittura; laboratorio del marmo; serra; coltivazioni interne; laboratorio di grafica; stanza forno; laboratorio di scultura; aula magna.

Altri 3 locali saranno aule per attività integrative e parascolastiche, vi sarà inoltre una biblioteca per gli studenti e i servizi igienici. E ancora: depositi e ripostigli, nonché un locale tecnico.

A tutto questo si aggiungono 11 aule per attività normali e lo spazio aperto per le attività collettive.

Al secondo piano, come al primo, troviamo 11 aule didattiche per attività normali, a cui si aggiungono un laboratorio di fisica e un laboratorio di informatica, la sala professori e, ovviamente, i servizi.

Al terzo e ultimo piano, infine, vi sono 10 aule didattiche, la sala professori, un laboratorio economico e un laboratorio di chimica e scienze, nonché i servizi.

Per quanto concerne le aree esterne, è previsto il mantenimento delle aree verdi già esistenti e il campo da gioco esterno che si trova nei pressi della palestra e al quale sarà rifatta la pavimentazione, adesso fortemente degradata.

Tutti i materiali utilizzati nel progetto sono naturali ed eco-compatibili: si tratta di una scelta ben precisa che vuole unire la salvaguardia ambientale alla tutela della salute di questi spazi e di chi li frequenta.

Il progetto ha un costo di 19 milioni 224mila 941 euro, provenienti dal programma europeo NextGeneratioEu e dal Pnrr. A breve saranno aperte le procedure di gara per l’affidamento dell’Appalto Integrato (realizzazione progetto esecutivo e realizzazione dell’opera), dopodiché partiranno i lavori e questo nuovo polo scolastico prenderà vita.

ultima modifica: 30/12/2022 - 11:13