Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / NUOVO PONTE SUL SERCHIO A LUCCA - in dirittura di arrivo il nuovo bando di gara. Aggiornato quadro economico dell'opera

NUOVO PONTE SUL SERCHIO A LUCCA - in dirittura di arrivo il nuovo bando di gara. Aggiornato quadro economico dell'opera

un rendering della nuova infrastruttura viaria
Giovedì, 23 Giugno, 2022
Tipologia: 
Comunicato stampa

Il presidente della Provincia, Luca Menesini, ha firmato un decreto deliberativo che formalizza l'aggiornamento del quadro economico generale per la realizzazione del nuovo ponte sul fiume Serchio a Lucca, l’infrastruttura che dovrà collegare la SP 1 Francigena con la statale n. 12 del Brennero.

L'atto approvato da Menesini, infatti, è propedeutico agli adempimenti formali che porteranno l'ente di Palazzo Ducale a pubblicare il nuovo bando di gara internazionale nei prossimi giorni. La Provincia ha dovuto necessariamente aggiornare il quadro economico dell’opera a causa dell’aumento vertiginoso dei costi delle materie prime e, in questi giorni, sta perfezionando gli atti amministrativi che preludono alla pubblicazione del nuovo bando di gara sulla Gazzetta Ufficiale Europea (Guce) e alla pubblicazione del bando su ‘Start’, la piattaforma regionale che consente di svolgere gare e fare affidamenti in modalità interamente telematica.

Il nuovo quadro economico del nuovo Ponte sul Serchio è già stato incrementato di 3,6 milioni di euro arrivando a 23 milioni e 300 mila euro. La Regione Toscana a seguito della mancata aggiudicazione dell’appalto da parte della Provincia, infatti, ha stanziato ulteriori 3,6 milioni di euro che si vanno ad aggiungere ai 550mila euro già resi disponibili da Firenze; ai 14 milioni e 450mila euro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC 2014-2020); e ai 4,7 milioni della Provincia di Lucca.

Un quadro economico, comunque, che tiene conto dell'opportunità di attuare ulteriori lavorazioni in corso d'opera che, proprio a seguito dell'aumento dei prezzi dei materiali da costruzione, dei carburanti e dei prodotti energetici, sono state rinviate a una seconda fase, in quanto non inficianti la funzionalità del ponte e che saranno oggetto di un successivo confronto tra la Provincia, stazione appaltante, e la Regione Toscana.

Proprio alla luce delle mutate esigenze economiche la Provincia procederà con un bando unico di gara ma all'affidamento dei lavori in due lotti: uno principale che riguarda il ponte e la sua funzionalità che sarà garantita già da questo primo lotto, e uno successivo per le opere di completamento, rifinitura e perfezionamento.

Ricordiamo che lo scorso 18 febbraio, Menesini aveva convocato una conferenza stampa per spiegare i motivi della mancata aggiudicazione dell'appalto alla ditta che era stata inizialmente indicata dalla Commissione giudicatrice. Una decisione assunta a seguito degli approfondimenti tecnici previsti dal codice degli appalti, durante i quali gli uffici tecnici di Palazzo Ducale avevano riscontrato il venir meno delle condizioni per procedere all’affidamento effettivo.

Il nuovo bando della Provincia, comunque, sarà pubblicato in modo che l'esito della gara di appalto sia successivo alla sentenza del Tar, attesa a seguito del ricorso presentato dalla ditta indicata nella prima gara e a cui non era stato affidato per i motivi citati.

“La scelta di non affidare l’appalto e di riavviare una nuova procedura di gara è stata coraggiosa date le condizioni che si erano presentate – commenta il presidente Menesini -. Ma nel giro di poco più di tre mesi siamo in grado di ripubblicare l'avviso di gara. E mi auguro, anche visto l'innalzamento del budget economico, che ci sia una partecipazione maggiore da parte delle ditte. So bene quanto sia attesa quest’opera, quanta importanza rivesta a livello di fluidificazione del traffico, di miglioramento delle condizioni ambientali di certe zone della città e dell'innalzamento dei livelli di sicurezza idraulica del Serchio. Anche per questo ci siamo impegnati al massimo per superare le difficoltà, non ultima quella del reperimento delle necessarie ulteriori risorse economiche rispetto al precedente quadro economico e di cui ringrazio sia il presidente della Regione, Eugenio Giani, sia l'assessore regionale alla infrastrutture Stefano Baccelli“.

 

 

ultima modifica: 28/06/2022 - 11:48