Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / SICUREZZA STRADALE - Convenzione tra Provincia e Comune di Capannori per il telelaser

SICUREZZA STRADALE - Convenzione tra Provincia e Comune di Capannori per il telelaser

Telelaser
Giovedì, 12 Agosto, 2021
Tipologia: 
Comunicato stampa

La Provincia e il Comune di Capannori hanno stipulato una convenzione per che vede i due enti unire le forze per il controllo della circolazione, in modo da garantire una sempre più alta sicurezza stradale per coloro che transitano sulle strade provinciali.

 

Dopo la riforma delle Province, infatti, l’ente di Palazzo Ducale si è messo a disposizione dei Comuni con la propria strumentazione, per collaborare con loro per quanto concerne il controllo delle strade: negli anni scorsi, il Comune di Massarosa aveva stipulato un accordo analogo per la viabilità di propria competenza.

Adesso è l’amministrazione comunale di Capannori che ha fatto richiesta di un sofisticato strumento di rilevazione veicolare (telelaser) e la Provincia glielo affida per un anno.

Le sanzioni che saranno elevate in tale periodo saranno ripartite a norma del Codice della Strada tra Comune e Provincia, rispettivamente a compensazione dei costi del personale e a supporto delle spese di manutenzione della viabilità.

 

«La convenzione è più di un atto formale – commenta il consigliere provinciale Andrea Bonfanti –: oltre a confermare quel ruolo sempre più accentuato di ‘Casa dei Comuni’ della Provincia, che mette a disposizione degli altri enti le proprie dotazioni, considerando uno spettro più ampio, ci permette di incrementare una conoscenza trasversale dei controlli che vengono effettuati dai vari corpi di polizia locale, cosa questa che permetterà di razionalizzare e distribuire la presenza degli agenti sul territorio».

 

«Ritengo molto importante questa collaborazione venutasi a creare tra il nostro ente e la Provincia di Lucca, che ringrazio, perché ci consente di poter disporre di una strumentazione altamente tecnologica ed efficace per il controllo stradale, in particolare per quanto riguarda la velocità, al fine di assicurare maggiore sicurezza sul nostro territorio - afferma l'assessore alla sicurezza urbana del Comune di Capannori, Lucia Micheli -. Una collaborazione che proseguirà per creare insieme un percorso di automatizzazione e digitalizzazione degli iter sanzionatori, che porterà benefici sia agli enti che ai cittadini».

 

I due enti, infatti, si prefiggono anche un altro obiettivo, più a lungo termine: creare un cammino comune nel percorso di automatizzazione e digitalizzazione degli iter sanzionatori, secondo un metodo che la Provincia vorrebbe testare in vari ambiti. «Avere sistemi digitali integrati su base territoriale – conclude Bonfanti –, infatti, permetterebbe di avere numerosi vantaggi, tra i quali, ovviamente, l’abbassamento dei costi, ma anche la possibilità di proporre ai cittadini una piattaforma unificata, cosa questa che la renderebbe molto più fruibile per tutti».