Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / VIABILITA' - Lavori per la messa in sicurezza dei movimenti franosi sulla Sp38 a Coreglia per oltre 950mila euro

VIABILITA' - Lavori per la messa in sicurezza dei movimenti franosi sulla Sp38 a Coreglia per oltre 950mila euro

Patrizio Andreuccetti
Mercoledì, 10 Agosto, 2022
Tipologia: 
Comunicato stampa

E’ stato approvato il progetto definitivo per il consolidamento di movimenti franosi sulla Sp38, in località ‘Debbia’, nel comune di Coreglia Antelminelli

Si tratta di opere individuate da vari professionisti, incaricati dall’amministrazione provinciale e che riguardano la messa in sicurezza sia al km 3 della strada provinciale, sia in località Debbia, dove si era verificato un movimento franoso e impegneranno l’ente di Palazzo Ducale per 974mila euro.

«Gli interventi previsti – commenta il consigliere provinciale Patrizio Andreuccetti, titolare della delega sulle infrastrutture della zona – permetteranno di rimettere in piena sicurezza questi due tratti della Sp38 e renderla nuovamente sicura per quanto concerne il transito veicolare. La sicurezza stradale, infatti, resta uno dei principali obiettivi della nostra amministrazione e, come in questo caso, quando la natura ci impone un intervento, lo progettiamo in modo che ne possa garantire un ampio margine anche per gli anni a venire. Adesso si procederà, secondo quelli che sono i tempi tecnici, con l’iter che prevede l’indizione della gara di appalto dei lavori individuati e la loro realizzazione».

Per quanto concerne la loc. Debbia l’intervento prevede il consolidamento della carreggiata con opere da realizzare sia a monte del muro di controripa esistente che sul limite di valle della carreggiata. A monte è prevista la costruzione di una berlinese di micropali con doppia fila di tiranti subito alle spalle del muro esistente.

Sul lato di valle della carreggiata è prevista la costruzione di una paratia formata con micropali verticali e inclinati che garantiscono stabilità alla sede stradale.

A seguito della realizzazione dell’opera si prevede anche l’allargamento della sede stradale in modo da garantire una migliore fruibilità nella zona di intervento.

Nel tratto di strada si prevede inoltre la risagomatura della carreggiata stradale per garantire il corretto deflusso delle acque superficiali e una serie di opere di manutenzione del muro in pietrame di monte che verrà consolidato.

Per l’altra parte di lavori, quella riguardante l’intervento di miglioramento della sicurezza della medesima strada provinciale n. 38 all’altezza del km 3, si vuole ripristinare la carreggiata stradale ed il versante a valle della stessa, mediante stabilizzazione con opere di bioingegneria e ripristino del pendio effettuata con posa di terreno vegetale collegato superficialmente con rete in fibra naturale ancorata al sottofondo.

Nel dettaglio il progetto prevede la costruzione di una palificata viva in doppia parete a circa 15 metri dal limite della carreggiata: su tale opera sarà poi impostata la scarpata in terreno vegetale. Particolare attenzione è dedicata alla regimazione delle acque superficiali con la posa, sulla scarpata di canalette in acciaio ondulato tipo “finsider” e la realizzazione di una nuova zanella stradale a un petto sul margine di valle della carreggiata.

A garanzia della sicurezza di percorrenza per tutto il tratto sarà istallata una barriera stradale laterale.

ultima modifica: 10/08/2022 - 12:32