Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / VILLA ARGENTINA - Claudia Cangemi dipinge una dramma familiare nel suo 'Non ti lascio alla notte'

VILLA ARGENTINA - Claudia Cangemi dipinge una dramma familiare nel suo 'Non ti lascio alla notte'

la copertina del libro
Martedì, 3 Marzo, 2020
Tipologia: 
Comunicato stampa

Un femminicidio innesca un dramma familiare, dove chi è rimasto si deve confrontare con una quotidianità resa difficile dall’assenza e da quello che è restato: questo è ‘Non ti lascio alla notte’ di Caludia Cangemi (Giovane Holden Edizioni), libro di cui si parla all’appuntamento del 4 marzo alle 17 per la rassegna ‘Di mercoledì: scrittori e lettori sulla terrazza di Villa Argentina’, a cui, oltre l’autrice del romanzo, prendono parte anche le scrittrici Maria Teresa Landi e Luciana Tola.

 

Una vita normale. Un po’ di pace dopo tanto dolore e travaglio. E’ ciò che desidera la famiglia Silvestri, lacerata dalla morte violenta di Simona, uccisa a coltellate dal marito, Stefano. Dietro di sé, Simona ha lasciato rimpianti e sensi di colpa. E un bambino di sei anni, Davide, accolto come un figlio dalla zia Chiara, che tenta di restituirgli l’amore e la prospettiva di vita che gli sono stati brutalmente strappati. Ma il dramma fa implodere il precario equilibrio della famiglia di Chiara, spingendo il marito Massimo a lasciarla per una compagna più giovane e meno complicata, mentre la figlia Francesca tenta di fari i conti con quel cugino-fratello tanto ingombrante. A dieci anni dalla tragedia, quando sembra che le vite dei sopravvissuti si stiano gradualmente assestando, ecco irrompere di nuovo il passato: Stefano, scontati i due terzi della pena e alla vigilia della semilibertà, chiede di poter tornare in contatto con il figlio perduto, mentre Chiara viene ricoverata.

 

Claudia Cangemi ha da sempre una vera passione per la parola: poetica, narrativa, giornalistica. E’ nata e vive a Milano. All’attività di giornalista caposervizio nel quotidiano ‘Il Giorno’, affianca quella letteraria. Tra le sue pubblicazioni: ‘Linea interrotta’, con la quale si è aggiudicata il Premio Quasimodo; ‘Di sole e d’ombra’; ‘L’arte del presente’; ‘Buchi nell’acqua e altri esperimenti’; ‘L’ultima spiaggia’; ‘Avverbi di vita’.

 

 

Per informazioni : Tel. 0584-1647600

Villa Argentina, via Fratti angolo via Vespucci, Viareggio

e.mail: musei@provincia.lucca.it