Digitalizzazione

La tematica della digitalizzazione è trasversale ai diversi settori dell’Ente, si ritrovano, infatti, azioni volte alla digitalizzazione in obiettivi diversi. Gli uffici maggiormente coinvolti sono l’Ufficio Sistemi Informativi e l'Ufficio per la transizione al digitale a cui partecipano referenti di diversi Settori, presieduto dal SGDG nel ruolo di RTD.

Le azioni per la digitalizzazione passano da due pilastri fondamentali che sono il Piano Triennale per l’informatica, adottato con decreto del presidente n. 51 dell’11/07/2023 e il Progetto per la Cybersecurity, adottato con decreto n. 39 del 09/05/2023. Il primo mira ad ampliare il portafoglio di servizi online erogati dall’ente, il secondo ad incrementare il livello di sicurezza e resilienza delle infrastrutture dell’ente.

Il piano triennale per l’informatica della Provincia potenzia la capacità della Provincia di erogare servizi on line sempre più semplici contribuendo in tal modo a modernizzare il rapporto tra PA e cittadini/imprese. D’altro canto l’utilizzo delle nuove tecnologie apre nuove sfide in termini di sicurezza dei dati che di Business Continuity, a tal riguardo è stato approvato il Progetto di Cyber Security volto a ridurre il livello di rischio informatico nel periodo 2023 – 2027.

Le principali azioni previste dal Piano per l’Informatica sono:

  • Istanze on line: popolare progressivamente la piattaforma, accessibile mediante SPID, CNS e CIE, con l’obiettivo di rendere fruibili il maggior numero di servizi on line entro il triennio.

  • Gestionali Canone Unico Patrimoniale e Sanzioni amministrative: rinnovare i software obsoleti e rendere possibile il riversamento sulla piattaforma PagoPA delle posizioni debitorie, il pagamento on line e/o con l’app IO delle somme e la successiva riconciliazione dei pagamenti avvenuti.

  • Pratiche digitali e appuntamenti on line: accessibilità ai documenti digitali e appuntamenti on line.

  • Contribuire alla diffusione di SPID attraverso il rilascio da parte della Provincia di Lucca delle identità digitali.

L’aumento del livello di sicurezza del nostro ente, nel rispetto del Cyber Resilience Act, si rende necessario a seguito anche dei continui accadimenti legati ad eventi di sicurezza informatica negli ultimi tempi. I dati diffusi dal Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal ministro dell’Interno, parlano di un aumento del numero di offensive di hacker annuo superiori al 79% . 

Il progetto analizza nel dettaglio le criticità e gli scenari di possibile soluzione: le risorse finanziarie effettivamente messe a disposizione e le risorse umane che potranno essere operative nei diversi scenari. Queste ultime sicuramente da implementare.

Per l’Anno 2024 si prevede l'inizio delle migrazioni in cloud dei principali sistemi informativi dell’ente che verranno sviluppate un po’ alla volta fino a concludersi entro il 2027. Il tutto dipenderà dalla disponibilità di una banda adeguata, elemento essenziale senza il quale non è possibile iniziare la migrazione. Nel corso dell’anno verranno completati i lavori di messa in sicurezza degli armadi di rete di Palazzo Ducale e la configurazione delle coppie di Firewall presso le sedi che ne sono ancora sprovviste. Verrà inoltre completato il tassello della sicurezza interna, acquistando un software per l’analisi dei log dei sistemi informatici dell’ente e, a seguito delle indicazioni che preverranno dal Piano di Continuità Operativa, verrà presentata una proposta di piano di Disaster Recovery, al fine di quantificare le risorse che sarà necessario mettere a disposizione.

Se le principali sedi dell’ente saranno tutte dotate di un collegamento ad Internet di capacità adeguata con i relativi firewall a protezione delle stesse, avremo raggiunto un livello di sicurezza rispetto ad attacchi esterni decisamente migliore, un livello di sicurezza e resilienza dei dispositivi interni adeguato, una connettività delle sedi dell’ente adeguata alla migrazione in cloud dei principali sistemi informativi. 

Gli obiettivi di performance collegati sono:


 

Codice dell’obiettivo 

Titolo

Ufficio 

2024-B4-OP-01

Una Provincia al passo coi tempi: per un'organizzazione efficiente e smart

Contribuiscono alla digitalizzazione dell'Ente le azioni relative a:

- l'utilizzo del portale del reclutamento InPA per la gestione delle procedure selettive.

- lo svolgimento delle prove concorsuali con tecnologie informatiche.

- la prosecuzione progetto sillabus già presente nel piano della formazione

Personale

2024-C5-OP-01

Monitorare i livelli di spesa, razionalizzando ove possibile le spese energetiche e di funzionamento generale, che prevede fra le azioni il potenziamento del sistema di telegestione delle centrali termiche e delle pompe di calore

Provveditorato

2024-C7-OP-01

In vista della fine del mandato, intensificare il monitoraggio delle attività, migliorare la valutazione e l'analisi dei risultati raggiunti. Il Si prosegue con lo sviluppo della versione digitale del PIAO, consultabile dal sito web dell'Ente, con apposito bunner in evidenza Collaborazione con il ministero per alimentare la banca dati nazionale dove sono inseriti tutti i PIAO.

Alimentazione della Piattaforma PICO per digitalizzare il supporto tecnico offerto dalla Provincia ai Comuni in alcuni settori come la progettazione europea, l’ufficio gare, digitalizzazione di alcuni servizi.

Programmazione e Controllo di

2024-C7-OP-02

Consolidare e integrare le misure di trasparenza, prevenzione della corruzione e del riciclaggio.


 

La digitalizzazione interessa il processo PNRR, che contiruerà nel 2024 si avvarrà del fascicolo digitale, utile:

- sia ai fini della trasparenza, con attivazione del diritto di accesso

- ancora per la trasparenza ai fini della comunicazione delle attività e non solo della pubblicazione degli atti

- sia ai fini del controllo di 2^ livello e di quello delle autorità competenti

- sia ai fini delle ispezioni della GdF con cui si è stipulato nel 2023 idoneo protocollo


 

Importante svolta ad opera del nuovo codice degli appalti, art. 28, riguardo alla pubblicazione sulle piattaforme di e-procurement dei dati che afferiscono direttamente ad ANAC (BNCP) DAL 1.1.2024. A seguito di questo cambiamento, è necessario rivedere gli elenchi di atti che restano da pubbliare su ST del sito, dal SICRA, in attuazione delle delibera ANAC 264 del 20.06.2023 e n. 601 del 19.12.2023

Programmazione e Controllo di

2024-C7-OP-03

Pianificare e monitorare le attività dell'Ufficio per la transizione al digitale relative ai temi servizi digitali, gestione dei dati, le piattaforme, il sito web, le infrastrutture, la sicurezza, la formazione su temi come l'intelligenza artificiale.

L'Ufficio persegue la digitalizzazione dell'ente e la dovuta comunicazione ai cittadini, oltre ad onorare la normativa di cui al nuovo codice degli appalti art. 28 sulla trasparenza dei contratti pubblici, che prevede l’utilizzo di piattaforme digitali per la trasmissione delle informazioni come la programmazione di lavori e servizi, procedure e ciclo di vista dei contratti alla Banca dati nazionale.

Programmazione e Controllo di

2024-F1-OP-01

Consolidare il ruolo della SUA e la consulenza ai Comuni in ottica di digitalizzazione dell'intero ciclo di vita del contratto

Centro Unico Gare

2024-M1-OP-02

Digitalizzare i procedimenti di competenza dell’ente legati al trasporto privato

Trasporti

2024-N5-OP-01

Attuare la pianificazione territoriale provinciale con la redazione della variante del PTC ai fini della sua adozione da parte del Consiglio provinciale integrando l'analisi territoriale attraverso il confronto con sistemi di progettazione europea


 

L’obiettivo prevedere anche la digitalizzazione nella attuazione della variante del PTC dato che gli elaborati sono in formato digitale e saranno pubblicati sul sito della Provincia in formato accessibile da tutti gli utenti.

Urbanistica e programmazione t

2024-N5-OP-02

Favorire la condivisione e il riutilizzo dei dati tra le PA e la loro accessibilità da parte dei cittadini attraverso WebGIS

Urbanistica e programmazione t

2024-Q5-OP-04

Contribuire al controllo della fauna selvatica migliorando la familiarità della popolazione con i contesti naturali


 

Aggiornamento del piano di controllo in materia ittico venatoria che verrà pubblicato nella sezione del sito, con link eventuali, e possibilità per gli enti di scaricare il formato digitale.


 

Il processo di contenimento della fauna selvatica si avvale di uno strumento di teleprenotazione e l'attività è gestita tramite una apposita applicazione fornita dalla RT (gestione di un software per cui il Settore versa un contributo a UPI): portale zerobyte e zerogis

Vigilanza provinciale

2024-R5-OP-01

Sviluppare l’attività di prevenzione dei rischi attraverso la pianificazione, l’informazione e sviluppo della cultura di protezione civile, la formazione e le esercitazioni.

La pubblicazione dei dati e mappe del Piano Provinciale Integrato di Protezione Civile aggiornato e dei piani di ambito sul WebGis ad uso interno contribuisce al raggiungimento dell'obiettivo di digitalizzazione trattandosi proprio di una piattaforma digitale.

Protezione civile

2024-R5-OP-03

Potenziare la struttura provinciale di Protezione Civile, il coordinamento del volontariato e la capacità di supporto ai comuni

Si contribuisce al raggiungimento dell'obiettivo di digitalizzazione attraverso le conversione della rete radio da analogico ad analogico digitale ed il potenziamento della struttura di volo Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto.

Protezione civile