Profili Professionali da assumere

La programmazione dei fabbisogni di personale avviene a valle dell’attività di programmazione complessivamente intesa ed in coerenza ad essa, tenendo conto delle proposte avanzate dai Dirigenti di Settore, del Piano triennale della performance, del Documento Unico di Programmazione 2024-2026 e relativi allegati e del Bilancio di Previsione 2024 2026, approvati rispettivamente con Deliberazione di Consiglio Provinciale n. 2 del 18 gennaio 2024 e n. 6 del 26 febbraio 2024 e infine dell’attuale quadro legislativo in materia di reclutamento di risorse umane.

Previa ricognizione di eventuali situazioni di eccedenza o soprannumero, la cui verifica ha dato esito negativo, si procede alla rideterminazione della consistenza della dotazione organica e alla sua rimodulazione in base ai fabbisogni programmati e secondo le linee di indirizzo di cui all’articolo 6-ter del D.Lgs. 165/2001, nell’ambito del potenziale limite finanziario massimo della medesime, garantendo la neutralità finanziaria della rimodulazione. 

Resta fermo che la copertura dei posti vacanti avviene nei limiti delle assunzioni consentite a legislazione vigente

La dotazione organica infatti si conferma quale strumento dinamico, da rideterminare annualmente in relazione ai fabbisogni, dei quali però non è più condizione, essendone, invece, condizionata. 

 

RIDETERMINAZIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA

Area

Posti coperti al 31/12/2023

Cessazioni programmate 2024-2025 

Cessazioni a seguito di eventuale passaggio di area

Assunzioni 24-26 comprese quelle del piano ‘23 non perfezionate

Progressioni tra aree

Dotazione ottimale al 31/12/2026

Operatori 

9

0

2


 


 

7

Operatori esperti

56

3

6

3

2

52

Istruttori

73


 

5

1

6

75

Funzionari e E.Q.

59 

1


 

4

5

67


 

Dirigenti

5

1


 

1


 

5


 


 


 


 


 


 


 

TOTALE

202

5

13

9

13

206


 


 

La tabella dà conto dello stato di attuazione del precedente piano del fabbisogno, in quanto fotografa la situazione al 31 dicembre dell’anno 2023 e dà conto delle risorse umane in uscita (cessazioni a vario titolo note e/o programmate) e delle risorse umane in ingresso, computando tra queste ultime anche le assunzioni programmate nel 2023, le cui procedure anche se avviate non sono ancora ad oggi concluse e pertanto riproposte a scorrimento sul presente piano. 


 

Per quanto attiene al Piano Triennale del Fabbisogno di personale, si approva, ferme restando l’invarianza della spesa a regime, il rispetto del valore soglia utile ai fini della determinazione dello spazio assunzionale e nel rispetto dei vincoli normativi vigenti, la seguente programmazione, nella quale si riportano, per completezza e coerenza le assunzioni già autorizzate e programmate nel piano precedente, ma non ancora perfezionate

Merita specificare che le attuali dinamiche della finanza pubblica delle province in generale e della provincia di Lucca in particolare, combinate con il principio di sostenibilità finanziaria al quale la programmazione del fabbisogno di risorse umane deve essere ispirato, impongono un sistematico ed attento monitoraggio dei fenomeni complessivi di entrata e spesa corrente in grado di incidere sugli equilibri del bilancio annuale e pluriennale. Per questo motivo buona parte degli ingressi viene programmata per la seconda metà dell'esercizio quando, anche a seguito della verifica e salvaguardia degli equilibri del bilancio 2024-2026, l'Ente disporrà di un quadro informativo maggiormente definito e potrà dare piena attuazione alla programmazione oppure adeguarla ai nuovi scenari.


 

PIANO TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE PER IL TRIENNIO 2024 – 2026

Assunzioni anno 2024

VALORE PUBBLICO COLLEGATO

Area

Profilo

Numero

Modalità copertura

Costo anno 2024

decorrenza

Costo a regime 2025


 

1.Accountability benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Funzionari e E.Q.

Specialista in attività amministrative


 

2

Concorso o altre modalità equivalenti previste dalla normativa vigente

21.389,88

01/09/2024

 

64.169,64

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance


 


 

Istruttori

Agente Polizia Provincia


 

1

Concorso o altre modalità equivalenti previste dalla normativa vigente , previo esperimento mobilità volontaria


 

10.011,91

01/09/2024


 

30.035,74

5. Benessere socio-ambientale

Operatori esperti

Addetto stradale specializzato in servizi tecnici 

2

Scorrimento graduatoria concorsuale 

18.134,54

01/09/2024

54.403,62

5. Benessere socio-ambientale

Dirigente

Area Tecnica


 

1

Concorso o altre modalità equivalenti previste dalla normativa vigente comprese quelle previste dall’art. 28 comma 1 bis del D.L. 75/2023 convertito in Legge 112/2023


 

14.587,41


 

01/10/2024 


 


 

58.349,64


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 

TOTALE

6


 

64.123,74


 

206.958,64


 

ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO ETEROFINANZIATE

VALORE PUBBLICO COLLEGATO

Area

Profilo

Numero

Modalità copertura

Costo anno 2024

Prima decorrenza possibile

Costo a regime 2025


 

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Funzionari e E.Q.


 

 

Specialista in cooperazione internazionale e politiche comunitarie (Fondi comunitari)

1

Procedura selettiva

24.063,62

01/04/24 (max 36 mesi)

32.084,82

3. Benessere scolastico ed educativo


 

5. Benessere socio-ambientale

Funzionari e E.Q.


 

Specialista in attività tecniche e progettuali

(finanziati dai quadri economici PNRR)

4

Scorrimento graduatoria e/o Procedura selettiva 

97.857,57 (oltre IRAP)


 


 

01/04/24 fino al 31/12/2026

130.476,76 (oltre IRAP)


 


 

TOTALE

5


 


 


 


 


 

Le assunzioni a TD trovano copertura su capitoli di spesa finanziati da un lato con risorse comunitarie, dall’altro dai quadri economici dei progetti PNRR e sono esclusi, per espressa previsione di legge, dal limite ordinario di spesa per l’instaurazione di rapporti flessibili.


 

PROGRESSIONI TRA LE AREE ART. 13 CCNL COMPARTO Funzioni locali del 16/11/2022 

VALORE PUBBLICO COLLEGATO

Area

Profilo

Numero

Modalità copertura

Costo anno 2024

Prima decorrenza possibile

Costo a regime 2025


 

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Funzionari e E.Q.

Specialista in amministrazione di eventi culturali 

1

Progressione Verticale

1.261,22

01/07/2024

2.522,43

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Funzionari e E.Q.

Specialista in attività amministrative

2

Progressione Verticale

2.522,43

01/07/2024

5.044,86

3. Benessere scolastico ed educativo


 

5. Benessere socio-ambientale

Funzionari e E.Q.

Specialista in attività tecniche e progettuali

2

Progressione Verticale

2.522,43

01/07/2024

5.044,86

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Istruttori

Esperto amministrativo e contabile

3

Progressione Verticale

4.900,47

01/07/2024

9.800,94

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Operatori esperti

Addetto di supporto ai servi generali

2

Progressione Verticale

1.047,39

01/07/2024

2.094,78


 


 

TOTALE

10


 

12.253,94


 

24.507,87


 


 

Assunzioni anno 2025


 


 


 


 


 


 


 


 

VALORE PUBBLICO COLLEGATO

Area

Profilo

Numero

Modalità copertura

Costo anno 2025

decorrenza

Costo a regime 2026


 

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Funzionari e E.Q.

Specialista in attività statistiche e demografi che

1

Concorso o altre modalità equivalenti previste dalla normativa vigente

21.389,88

01/05/25


 

32.084,82

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Funzionari e E.Q.

Specialista archivista e in data base

1

Concorso o altre modalità equivalenti previste dalla normativa vigente

21.389,88

01/05/25


 

32.084,82

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Operatori esperti

Tecnico specializzato e/o conduttore di macchine complesse

1

Concorso o altre modalità equivalenti previste dalla normativa vigente

13.600,91

01/07/25

27.201,81


 


 

TOTALE

3


 

56.380,67


 

91.371,45


 


 

PROGRESSIONI TRA LE AREE ART. 13 CCNL COMPARTO Funzioni locali del 16/11/2022 

VALORE PUBBLICO COLLEGATO

Area

Profilo

Numero

Modalità copertura

Costo anno 2025

Prima decorrenza possibile

Costo a regime 2026


 

1. Accountability, benessere organizzativo, rafforzamento della capacità amministrativa e delle performance

Istruttori

Esperto amministrativo e contabile

3

Progressione Verticale

8.167,45

01/03/25

9.800,94


 


 

TOTALE

3


 

8.167,45


 

9.800,94


 

ANNO 2026

Verrà definito con successivo aggiornamento


 

Si precisa inoltre che, in ordine agli obblighi assunzionali di cui alla legge n. 68/1999 (disabili e categorie protette), dall’ultima denuncia riferita al personale in servizio alla data del 31.12.2023 non è risultata alcuna scopertura della quota d’obbligo.

Con Decreto Deliberativo n. 38 del 3 maggio 2023 “Indirizzi per la costituzione del fondo delle risorse decentrate anno 2023 e direttive alla delegazione trattante di parte pubblica per la sessione negoziale 2023-2025 del contratto collettivo integrativo personale del comparto”, sono state date indicazioni (vedasi lett. o), p) e q)) circa la previsione nel piano del fabbisogno, limitatamente alla finestra temporale compresa tra il 1/4/2023 e il 31/12/2025, di progressioni di carriera con le modalità, le procedure e con le risorse di cui all’art. 13 comma 5 del CCNL. 

L’avvio delle procedure in deroga (fino al 31 dicembre 2025) si colloca nell’ambito dell’applicazione del nuovo sistema di classificazione del personale e resta subordinata all’adozione di apposito regolamento, previo confronto sindacale. Le progressioni verticali in argomento saranno finanziate con lo 0,55% del monte salari 2018 (pari ad € 30.945,00) facoltà introdotta dal comma 8 dell’art. 13 CCNL comparto Funzioni Locali. Si precisa che il costo sopra imputato è comprensivo dei contributi a carico dell’Amministrazione.

Sempre nella medesima direttiva si colloca la possibilità di “stabilizzare” il personale dipendente, valorizzando le competenze professionali sviluppate ed acquisite sul campo. L’Amministrazione, laddove i vincoli normativi e finanziari lo hanno, nel corso degli anni, consentito, ha promosso e programmato nei propri piani del fabbisogno il ricorso a tali procedure speciali di reclutamento, nella convinzione che rappresentino una risorsa per l’organizzazione.

In tale contesto, l’Amministrazione intende utilizzare nel corso del 2024 la facoltà prevista dall’art. dell'articolo 28, comma 1-bis del Dl 75/2023, disposizione che apre negli enti locali alla possibilità di effettuare stabilizzazioni di dirigenti e di responsabili attraverso concorsi in cui si deve garantire una riserva non inferiore al 50% alle assunzioni dall'esterno nella programmazione complessiva del fabbisogno. 

Il fabbisogno di personale espresso al momento fa ancora riferimento al sistema dei profili professionali vigente nell’Ente. Tuttavia l’Ente, per dare completa attuazione al nuovo sistema di classificazione di personale introdotto a partire dal 1/04/2023, dal CCNL del Comparto Funzioni Locali del 16/11/2022, provvederà, nel rispetto del sistema delle relazioni sindacali, alla revisione dei profili professionali che si fonderà non più sulle mansioni svolte, bensì sulle competenze del personale impiegato delineato. L’’importanza delle competenze dei dipendenti, e della loro identificazione e rilevazione, è alla base della ridefinizione della dimensione qualitativa del concetto stesso di “fabbisogno di personale” per come è ora delineato dall’impianto normativo del decreto legislativo n. 165 del 2001, che lo identifica come l’insieme delle tipologie di professioni e competenze professionali meglio rispondenti alle esigenze dell’amministrazione, con particolare riferimento all’insieme di conoscenze, competenze, capacità e attitudini del personale da assumere anche per sostenere la transizione digitale ed ecologica della PA. In ragione e con riferimento a quanto appena detto, il fabbisogno del personale delineato sarà oggetto di un aggiornamento, che sicuramente lo ridefinirà dal punto di vista qualitativo.

Con riferimento alla dinamica delle cessazioni non programmate e certe, si provvederà, previo passaggio in Conferenza dei Dirigenti, all’interno delle risorse finanziarie disponibili e a dotazione organica invariata, a disporre le eventuali sostituzioni specificando nei rispettivi provvedimenti volta per volta area e profilo di inquadramento, l’ufficio di iniziale destinazione e la modalità di reclutamento. 

Sempre in coerenza con le nuove dinamiche che il novellato art. 30 del D.Lgs. 165/01 ha innescato, preme menzionare l’istituto dell’utilizzo condiviso precisando che nel corso dell’anno 2024, ma anche per le annualità successive, qualora vi siano i presupposti normativi, potranno attivarsi con specifica determinazione del dirigente del Settore Risorse, assegnazioni temporanee/utilizzi condivisi, spesso necessari per accompagnare senza eccessivi disagi per gli enti di provenienza/destinazione delle mobilità volontarie. Nel caso in cui vengano disposti, nell’arco di vigenza della presente programmazione, assegnazioni temporanee/utilizzi condivisi in uscita di dipendenti della Provincia di Lucca, l’Amministrazione si riserva la possibilità di ricorrere a assegnazioni temporanee/utilizzi condivisi o ad assunzioni a tempo determinato, in modo che sia garantita invarianza di spesa.

Qualora si verifichino, sempre nell’arco di vigenza della presente programmazione, assenze del personale che non diano luogo a retribuzione, parimenti l’Amministrazione si riserva la possibilità di ricorrere a assegnazioni temporanee/utilizzi condivisi in entrata o ad assunzioni a tempo determinato, in modo che parimenti si abbia invarianza di spesa