Provincia di Lucca

Logo di Provincia di Lucca
Sito Istituzionale della Provincia di Lucca

Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca  Visita la pagina ufficiale Instagram della provincia di Lucca 

 

 

bandiera europea e cartina europea
bandiera europea
Home / Servizio Europa di Area Vasta / Bandi e opportunità di finanziamento

Bandi e opportunità di finanziamento

Il Servizio di allerta bandi

Il Servizio di allerta prevede la pubblicazione di tutti i bandi e le opportunità di finanziamento riferite ai programmi operativi regionali e/o nazionali e al nuovo Piano Nazionale Ripresa e Resilienza . E’ possibile selezionare i bandi di finanziamento scegliendo la tematica di interesse oppure digitando qui di seguito, nel relativo campo di ricerca, il titolo o una singola parola dell’avviso.
Per ciascun bando viene preparata una scheda di sintesi che contiene gli specifici link di collegamento del bando e degli eventuali allegati.

Tutti i bandi in corso

Bandi Europei
Aree interne: avviso per la manifestazione di interesse a presentare strategie territoriali Scadenza 31/05/2023

Programma: Programmi Operativi Regionali
Tematiche: Altro
Data bando: 27/04/2023
Data di scadenza: 31/05/2023

Il percorso di elaborazione delle strategie si sviluppa in due fasi:

Prima fase - elaborazione preliminare
Finalizzata alla condivisione preliminare del quadro strategico, all’elaborazione ed alla presentazione alla Regione di una prima proposta di strategia territoriale “preliminare” accompagnata dalla proposta del sistema di governance che la coalizione locale intende adottare.
La presentazione delle strategie territoriali preliminari ha lo scopo di verificare i contenuti minimi richiesti dai Regolamenti europei nonché il rispetto dei criteri di valutazione delle strategie approvati dal Comitato di sorveglianza del Programma regionale Fesr.

Seconda fase - elaborazione definitiva
Finalizzata all’individuazione e alla definizione puntuale degli interventi, nonché alla messa a punto della versione definitiva della strategia, tenuto conto dei criteri di selezione delle operazioni approvati dal Comitato di sorveglianza del Programma regionale Fesr e dal Comitato di sorveglianza del Programma regionale Fse+ 2021-2027.

Finalità e obiettivi

L’obiettivo dell’azione regionale è quello di contrastare gli squilibri territoriali ed i processi di spopolamento nelle aree interne promuovendo il recupero dei borghi, l’attrattività dei territori e la sostenibilità dello sviluppo in chiave socio-economica e ambientale

da un lato rafforzando i servizi essenziali di cittadinanza (sanità, istruzione e mobilità) in termini di qualità e prossimità;

dall’altro favorendo la valorizzazione degli insediamenti esistenti, il rilancio e l’innovazione dei sistemi economici locali, nonché l’inclusione sociale anche mediante interventi nell’ambito della cultura.

L’avviso è finalizzato ad attivare la procedura negoziale, tra Regione ed enti delle coalizioni locali, per l’elaborazione delle proposte di strategie territoriali integrate.

Le strategie che saranno presentate alla Regione ai fini dell’ammissibilità alla programmazione 2021-2027 devono essere sviluppate dalle amministrazioni ricadenti nelle sei Aree interne con il coinvolgimento delle comunità locali, per rispondere alle specifiche esigenze di sviluppo e alle potenzialità dell’area, mediante un approccio basato sui principi di integrazione delle politiche, di partecipazione, di efficacia ed efficienza, di orientamento ai risultati.

Destinatari dell'avviso

Le proposte di strategie territoriali preliminari potranno essere presentate dalle amministrazioni locali ricadenti nelle sei Aree interne individuate nel Dossier candidatura Snai 2021-2027 (allegato A alla delibera di giunta 690 del 20 giugno 2022) ovvero da Comuni ed Unioni di Comuni che abbiano costituito una coalizione locale al fine di presentare un’unica proposta di strategia territoriale integrata per l’area di riferimento.

avviso:

Bandi Europei
PNRR Missione 1 Componente 1 Misura 1.7.2 - Avviso Centri facilitazione digitale Scadenza 12/06/2023

Programma: PNRR
Tematiche: PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza)
Data bando: 18/04/2023
Data di scadenza: 12/06/2023

Finalità
L’intervento 1.7.2. Missione 1 Componente 1 del PNRR per lo sviluppo di una Rete di servizi di facilitazione digitale, prevede come target per la Toscana, come da Decreto n. 65/2022 - PNRR del Capo Dipartimento per la Trasformazione Digitale, l’attivazione in Toscana di 169 punti di facilitazione digitale con attività rivolte ad almeno 136.000 persone da contattare e 204.000 servizi di formazione/facilitazione forniti. 

La Giunta Regionale Toscana ha approvato con Delibera n. 1249 del 07/11/2022 il Progetto operativo e l’Accordo ex art.15 L.7 agosto 1990, n. 241, per la realizzazione della misura 1.7.2. “Rete dei servizi di facilitazione digitale” Misura 1.7.2 Missione 1 Componente 1 Asse 1 del PNRR. 

Tale atto da l’avvio al Progetto “Rete di servizi di facilitazione digitale - Regione Toscana buona compagnia 2.0” Missione 1 Componente 1 Intervento 1.7.2 del PNRR, con un finanziamento concesso alla Regione, in qualità di soggetto attuatore dell’intervento per il territorio toscano, di Euro 7.451.103,00. 

Oggetto dell'avviso
Oggetto dell’avviso è la concessione di contributi agli enti locali del territorio toscano (Comuni singoli o associati, Unioni di Comuni, Città Metropolitana di Firenze), al fine del loro coinvolgimento come soggetti sub-attuatori per il raggiungimento degli obiettivi del Progetto “Rete di servizi di facilitazione digitale - Regione Toscana buona compagnia 2.0”, ed in particolare per l’attivazione di centri di facilitazione digitale dedicati ai cittadini. 

Gli enti locali che presentano domanda possono attivare i centri di facilitazione digitale in proprio, ovvero affidando servizi all’esterno oppure a proprie in house secondo quanto previsto dal codice degli appalti, o tramite accordi di coprogettazione (secondo le previsioni del D.Lgs. 117/2017), con gli enti del terzo settore aventi sede operativa nel territorio di riferimento del centro e regolarmente iscritti al RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore) oppure ad uno dei registri previsti dalla norrmativa  vigente.

Tali soggetti individuati dai sub-attuatori si definiscono soggetti realizzatori/gestori; gli enti del terzo settore eventualmente coinvolti dovranno essere individuati dai soggetti che presentano domanda al presente avviso, tramite procedure ad evidenza pubblica ai sensi della normativa vigente ovvero avere accordi in essere eventualmente da integrare per le nuove attività previste dall’avviso.

La descrizione dei centri di facilitazione digitale e del loro funzionamento è descritta all’art. 4 dell’ Avviso dove sono indicate anche le figure di riferiento che dovranno essere presenti presso i centri e le modalità per la loro formazione (facilitatori digitali).

Gli obiettivi da raggiungere e gli impegni che gli enti beneficiari del finanziamento si assumeranno sono desctiti all’art. 9 dell’Avviso.

L’Avviso è stato presentato l’11 aprile 2023 presso il Teatro della Compagnia.
E' disponibile la registrazione dell’evento insieme alle slide riepilogative dell’avviso e le slide che guidano all'utilizzo del sistema di presentazione delle domande.

Soggetti beneficiari
Gli Enti beneficiari del presente avviso (Sub-Attuatori) sono i seguenti:
    • Comuni toscani;
    • Unioni di Comuni toscane;
    • Province toscane;
    • Città Metropolitana di Firenze.
Gli enti beneficiari, con il finanziamento concesso, dovranno attivare centri di facilitazione per migliorare le competenze digitali dei cittadini, destinatari finali della Misura 1.7.2 del PNRR, Misura 1, Componente 1.
La domanda per il finanziamento di centro di facilitazione può essere presentata da un singolo Ente o da più Enti associati tra loro, purché appartenenti allo stesso Ambito Turistico di Destinazione di cui alla LR n. 24/2018 Allegato-A [Ambiti Territoriali].

Dimensione finanziaria del contributo e Interventi ammissibili
Per l’attuazione degli interventi in oggetto sono disponibili risorse pari a 5.070.000,00 euro a valere sulle annualità 2023-2024-2025.

L’importo massimo finanziabile mediante il presente avviso, per gli interventi di cui all’Art. 4 è pari al 100% della spesa ammissibile e fino ad un importo massimo di € 30.000,00 per ciascun centro di facilitazione attivato. Inoltre la Regione Toscana mette a disposizione dei centri un kit informatico per la migliore funzionalità dei centri.

Bandi Europei
https://www.europafacile.net/Scheda/Bando/40312 Scadenza 20/06/2023

Programma: Interreg EUROPE
Tematiche: Altro
Data bando: 17/01/2023
Data di scadenza: 20/06/2023

Nel quadro del programma Cittadini, Uguaglianza, Diritti e Valori (CERV) è stato pubblicato il bando 2023 per la promozione dell’uguaglianza e lotta contro il razzismo, la xenofobia e la discriminazione.

L’obiettivo della Call è sostenere un approccio globale e intersezionale, finanziando azioni specifiche per prevenire e combattere l'intolleranza, il razzismo, la xenofobia e la discriminazione, in particolare per motivi di origine etnica, razza, religione, orientamento sessuale, identità di genere.

Il bando intende pertanto finanziare progetti nazionali o transnazionali - quelli transnazionali sono particolarmente incoraggiati – incentrati sulle seguenti priorità:

1. Lottare contro la discriminazione e combattere il razzismo, la xenofobia e altre forme di intolleranza, tra cui l'antiziganismo, il razzismo verso persone di colore, l'antisemitismo e l'odio contro i musulmani (risorse disponibili: 11.500.000 euro)

2. Promuovere la gestione della diversità e l'inclusione sul posto di lavoro, sia nel settore pubblico che privato (risorse disponibili: 1.500.000 euro)

3. Combattere la discriminazione contro le persone LGBTIQ e promuovere l'uguaglianza attraverso l'attuazione della Strategia UE per l'uguaglianza LGBTIQ (risorse disponibili: 3.000.000 euro)

4. Priorità riservata alle autorità pubbliche - Migliorare la capacità di risposta contro la discriminazione (intersezionale), il razzismo, l'antisemitismo, l'odio contro i musulmani, la xenofobia, la fobia LGBTIQ e tutte le altre forme di intolleranza (risorse disponibili: 4.000.000 euro)

Le attività finanziabili potranno consistere in:
- capacity building, formazione per i professionisti e le vittime di discriminazione,
- apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche, cooperazione, compresa l'individuazione delle migliori pratiche che possono essere trasferite ad altri Paesi,
- divulgazione e sensibilizzazione, anche sui social media o attraverso campagne mediatiche,
- promozione delle competenze digitali e del pensiero critico,
- raccolta dati, sondaggi, monitoraggio e segnalazione di episodi di discriminazione,
- sostegno e empowerment delle vittime, tenendo conto del genere e dell’età,
- definizione e attuazione di strategie o piani d'azione,
- capacity building e attività di formazione per autorità nazionali, regionali e locali

I progetti proposti devono avere una durata compresa tra 12 e 24 mesi al massimo.

Il cofinanziamento UE potrà coprire fino al 90% dei costi ammissibili del progetto e la sovvenzione richiesta non può essere inferiore a 100.000 euro.

Il bando si rivolge a persone giuridiche pubbliche e private stabilite negli Stati UE, incluso i PTOM, o nei Paesi candidati e potenziali candidati indicati in questo documento, a condizione che per questi Paesi venga finalizzato l’accordo di associazione al programma CERV.

I progetti devono essere presentati da un consorzio costituito da almeno due soggetti (proponente di progetto + 1 partner). In particolare:
- per le priorità 1, 2, 3: proponenti di progetto devono essere enti non profit. Organizzazioni a scopo di lucro possono presentare progetti solo in partnership con enti pubblici o enti privati non-profit. Enti pubblici, organizzazioni private e organizzazioni internazionali possono essere partner di progetto.
- per la priorità 4: proponenti di progetto possono essere unicamente autorità pubbliche. Enti pubblici e organizzazioni private possono essere partner di progetto.

 

avviso:

Bandi Europei
Europa Creativa - MEDIA: bandi 2023 Scadenza 20/06/2023

Programma: Interreg EUROPE
Tematiche: Innovazione e Sviluppo economico, Cultura e turismo, Comunicazione, Altro
Data bando: 15/02/2023
Data di scadenza: 20/06/2023

A partire dalla scorso mese di ottobre la Commissione europea ha dato il via ai bandi per il 2023 che rientrano nel quadro della sezione MEDIA del programma Europa Creativa.

Rendiamo disponibile una scheda informativa aggiornata su tutte queste opportunità, sia già aperte che di prossima apertura, destinate al settore audiovisivo e cinematografico.

◊ Contenuti televisivi e online (CREA-MEDIA-2023-TVONLINE)
- Destinatari: società di produzione audiovisiva indipendenti
- Stanziamento: € 22.000.000
- Scadenza: 17 gennaio 2023; 16 maggio 2023

◊ Strumenti e modelli di business innovativi (CREA-MEDIA-2023-INNOVBUSMOD)
- Destinatari: persone giuridiche pertinenti
- Stanziamento: € 8.883.198
- Scadenza: 24 gennaio 2023

◊ European slate development (CREA-MEDIA-2023-DEVSLATE)
- Destinatari: società di produzione audiovisiva indipendenti
- Stanziamento: € 19.500.000
- Scadenza: 25 gennaio 2023

◊ Sviluppo di videogame e contenuti immersivi (CREA-MEDIA-2023-DEVVGIM)
- Destinatari: produttori di videogiochi, case di produzione XR, società di produzione audiovisiva
- Stanziamento: € 6.000.000
- Scadenza: 1 marzo 2023

◊ Festival Europei (CREA-MEDIA-2023-FEST)
- Destinatari: enti che organizzano festival audiovisivi
- Stanziamento: € 10.000.000
- Scadenza: 9 marzo 2023

◊ Films on the Move (CREA-MEDIA-2023-FILMOVE)
- Destinatari: agenti di vendita cinematografici
- Stanziamento: € 16.000.000
- Scadenza: 14 marzo 2023; 4 luglio 2023

◊ Sviluppo del pubblico e Educazione cinematografica (CREA-MEDIA-2023-AUDFILMEDU)
- Destinatari: persone giuridiche pertinenti
- Stanziamento: € 6.500.000
- Scadenza: 30 marzo 2023

◊ European Co-development (CREA-MEDIA-2023-CODEV)
- Destinatari: società di produzione indipendenti
- Stanziamento: € 6.500.000
- Scadenza: 26 aprile 2023

◊ Distribuzione di film europei (CREA-MEDIA-2023-FILMDIST)
- Destinatari: distributori cinematografici
- Stanziamento: € 34.000.000
- Scadenza: 27 aprile 2023

◊ European mini-slate development (CREA-MEDIA-2023-DEVMINISLATE)
- Destinatari: società di produzione indipendenti
- Stanziamento: € 5.500.000
- Scadenza: 1 giugno 2023

◊ European film sales agent (CREA-MEDIA-2023-FILMSALES)
- Destinatari: società di produzione indipendenti
- Stanziamento: € 5.500.000
- Apertura bando: 3 maggio 2023
- Scadenza: 20 giugno 2023

 

avviso:

Archivio bandi

ultima modifica: 21/02/2022 - 09:47