PIAO della Provincia di Lucca

Il Documento Unico di Programmazione (DUP) e il Piano Integrato di Attività e Organizzazione (PIAO) della Provincia di Lucca sono il prodotto di un processo coordinato dalla Direzione Generale che svolge il ruolo di regia della programmazione, coinvolgendo gli Amministratori e il personale dell’Ente, facendo fulcro sulla Conferenza dei Dirigenti e su tutti gli uffici con i quali sono stati numerosi i momenti di interazione.

Il PIAO della Provincia di Lucca si sviluppa qui in versione digitale per rendere più immediata la visione d’insieme e più semplice l’approfondimento dei diversi argomenti trattati dal Piano ed in esso integrati. La struttura della pagina web rispecchia le quattro sezioni previste dallo schema tipo del decreto ministeriale - convertito in Legge n. 113/2021: la scheda anagrafica (sezione 1), il valore pubblico, la performance e l’anticorruzione (sezione 2), la sezione dedicata al capitale umano e all’organizzazione (sezione 3) e, infine, la sezione del monitoraggio (sezione 4).

Per facilitare l’accesso ai vari contenuti è stata inserita l’immagine di seguito riportata, che rappresenta, mettendoli in relazione, gli argomenti principali del piano come un insieme di “sfere”, ogni “sfera” è collegata attraverso link alle 4 sezioni e alle sottosezioni sottostanti. Dalla posizione centrale si accede ai sei valori pubblici della Provincia di Lucca e ai relativi beneficiari: gli stakeholder, le cittadine e i cittadini, i Comuni, le organizzazioni e associazioni del territorio, utenti dei servizi che la Provincia è chiamata a svolgere, si tratta degli attori chiave da coinvolgere in tutte le fasi del ciclo della performance, dall’individuazione degli obiettivi, al monitoraggio intermedio fino alla valutazione dell’impatto.

La Provincia intende proseguire nel percorso di miglioramento continuo del processo di programmazione strategica e operativa, migliorandone sempre più la qualità, l’efficacia e la trasparenza.

Hanno collaborato alla stesura del documento Brunella Ponzo, Maximiliano Dotto, Chiara Martini, Rachele Virdis e Luca del Frate

Il Direttore Generale Roberto Gerardi